Viaggio di piacere

Arte culinaria lungo la Strada Romantica

Innanzitutto un consiglio logistico: se fate un viaggio lungo la Strada Romantica, lasciate un po’ di spazio libero nel bagagliaio dell’auto o prendetevi una borsa in più.

Innanzitutto un consiglio logistico: se fate un viaggio lungo la Strada Romantica, lasciate un po’ di spazio libero nel bagagliaio dell’auto o prendetevi una borsa in più. Infatti, è molto probabile che tra Würzburg e Füssen un vino o una birra vi piaccia così tanto da volerne acquistarne un po’ dal viticoltore o dal birraio. Può anche essere che, prima di iniziare il viaggio di ritorno a casa, si esca da una fabbrica familiare di caramelle con un sacchetto pieno, si comprino come regalini delle “palle di neve” tradizionali o miele di produzione propria oppure ci si carichi di salami bio sensazionali. E anche se non si porta a casa un souvenir culinario, il cibo e le bevande lungo la Strada Romantica lasceranno un ricordo particolarmente positivo!

Per ogni gusto e per ogni portafoglio

Il percorso tra il Meno a nord e le Alpi a sud non è ricco solo di arte e cultura, case a graticci, chiese, roccaforti e castelli. La strada, lunga ben 460 chilometri, è un vero paradiso per i buongustai, una scorribanda tra la cucina della Franconia, del Baden, del Württemberg, della Svevia, della Baviera e dell’Algovia. C’è qualcosa per ogni gusto e per ogni portafoglio, trovano soddisfazione sia gli amici del cibo sostanzioso che gli amanti della cucina gourmet. Ed a ciò si aggiunge il fatto che si mangia sempre in un ambiente meraviglioso.

Silvaner e salmerino

Ad esempio nell’accogliente dehors del ristorante “Sindel-Buckel” a Feuchtwangen. Qui si serve la carpa della Franconia, tenera e senza lische, che diventa eccellente se accompagnata da un bicchiere di Silvaner freddo. Oppure nel ristorante “Laurentius” a Weikersheim, premiato con una stella Michelin, dove gli ospiti possono godersi il vitello Hohenlohe e la vista sul castello rinascimentale. Oppure nel “Blaue Sau” a Rothenburg che offre ai suoi visitatori uno scorcio sulle mura storiche della città e prelibatezze come il ceviche di astice o la tartare di manzo con patate dolci. Dopo una passeggiata nelle Alpi dell’Ammergau, la bontà del Kaiserschmarrn (frittata dolce spezzettata con uvetta) nella baita Kenzenhütte, sopra ad Halblech è imbattibile e il salmerino nel ristorante sulle rive dell’Alatsee (lago di Alat) vicino a Füssen è una squisitezza ...